Il Brazilian Jiu Jitsu è un'arte marziale ed uno sport da combattimento prevalentemente specializzato nella lotta al suolo.

Si è sviluppato in Brasile nella prima metà del XX secolo, in seguito all'arrivo del console giapponese Mitsuyo Maeda il quale venne inviato dalla madrepatria per promuovere e dimostrare la validità del neonato Judo Kodokan.
Maeda forte judoka e gran conoscitore della lotta a terra trasmise le sue conoscenze ad un gruppo ristretto di allievi tra cui i famosissimi Carlos Gracie e Luis Franca.

Ormai divenuto un'arte a sè stante in seguito alle sperimentazioni, ai perfezionamenti e alla grande divulgazione messa in atto da Carlos Gracie e dal fratello minore Helio, considerati i padri fondatori, il Brazilian Jiu Jitsu è arrivato alla ribalta mondiale grazie alle sfide combattute da esponenti della famiglia Gracie contro specialisti di altri stili lottatori negli incontri di vale tudo, organizzati per affermarne la superiorità.

Il principio del jiu jitsu (arte della flessibilità) è quello di sfruttare a proprio vantaggio l'energia prodotta dall'attacco di un avversario per proiettarlo al suolo, immobilizzarlo o costringerlo alla resa applicandogli delle chiavi articolari o degli strangolamenti.

Il corso  è indicato a chiunque voglia migliorare la proprio condizione psicofisica imparando a difendersi attraverso un sistema di lotta efficace e moderno, il tutto in un ambiente amichevole e stimolante. " Il Jiu Jitsu rappresenta il trionfo dell'intelligenza umana sulla forza bruta " Helio Gracie.
Condividi la Pagina: